CHI SIAMO

25Aprile94

Nell’ottobre del 2010, insieme ad alcuni amici ho costituito l’Associazione Marco Formigoni per raccogliere le tante idee che avevano animato Marco e continuare a farle vivere. Marco affrontava ogni cosa con passione ed entusiasmo. Cercava la verità, la giustizia, l’eguaglianza tra le persone, la diversità come valore, cercava la pace. Additava le mille ipocrisie, gli egoismi, i razzismi, le mistificazioni come mali da sradicare. Amava la politica, il gioco, lo sport, il giornalismo, la cucina. Amava incontrare gli altri, sperimentare, vivere, amava amare. Siamo convinti che tanta forza e tanta gioia di vita non debbano essere dimenticate e disperse. Per questo è nata l’Associazione. Gli scopi sono tanti: costruire progetti utili, e magari anche divertenti, che contribuiscano a far circolare idee di pace e di giustizia, che aiutino, per esempio, ragazzi di diverse provenienze a conoscersi e rispettarsi, che incoraggino, soprattutto nei giovani, la capacità di raccontare fuori dagli stereotipi, che sostengano il desiderio di indagare e di descrivere la realtà fuori dalle apparenze, ma anche la fantasia, l’immaginazione, la speranza. Progetti che diano una mano ad abbattere recinti, separazioni, discriminazioni. Qualche iniziativa è già in cantiere e con il tempo ce ne saranno tante altre. Per questo l’Associazione Marco Formigoni conta su una larga partecipazione di soci che, oltre a sostenerla economicamente, portino proposte, suggerimenti, contributi, voglia di mettersi in gioco in iniziative che siano nello spirito del progetto.

Manuela


Soci fondatori

Gianmarco Bachi

Conduttore radiofonico, autore, giornalista. Dal 2003 è direttore dei programmi di Radio Popolare. Ha scritto per il cinema, il teatro, la televisione e il web. Ha lavorato per Radio Rai, My Tv, Il Diario, Max e molte altre testate. Attualmente scrive per Linus e Spinoza.it

Sergio Ferrentino

La data di nascita non ha importanza (07/08/1956). Ha importanza il luogo: Ivrea. Da oltre trenta anni mi occupo di radio come conduttore, autore e regista. Ho lavorato a Radio 2 Rai, Rete due RSI  e a Radio Popolare dove ho diretto anche  i programmi. Ho insegnato per 10 anni  alla Scuola Holden Tecniche di narrazioni radiofoniche e dal 2002 insegno allUniveristà IULM. L’ultimo libro scritto è “Vedi alla voce Radio Popolare”. Da oltre 38 anni partecipo alla battaglia del Carnevale d’IVREA.

Manuela Kovacs (presidente)

Sono nata a Milano nel 1965. Mi sono laureata in Architettura nel 1991 al Politecnico di Milano, dove ho svolto per diversi anni attività didattica e di ricerca. Dal 1996 intraprendo la libera professione di architetto e realizzo ristrutturazioni edilizie a Milano, in campagna e al mare, il recupero ai fini abitativi di edifici rurali e loft cittadini. Ho desiderato formare una famiglia con Marco e condividere con lui progetti da quando ci siamo messi insieme all’età di vent’anni. Insieme abbiamo condiviso 25 anni di vita. Il nostro successo più grande è Ronaldo, stupendo figlio.

Angelo Miotto

Classe 1969, giornalista. Cronista a Radio Popolare dal 1992, dal 2007 è caporedattore a PeaceReporter ed E il mensile. Co-autore del saggio Storie basche con Giovanni Giacopuzzi e de l’Italia chiamò, sulle vittime militari per uranio impoverito, insieme a Matteso Scanni e Leonardo Brogioni. Fondatore dell’ensemble di musica contemporanea Sentieri selvaggi, con Filippo Del Corno e Carlo Boccadoro. E’ autore del libretto d’opera Non guardate al domani, su musiche di del Corno, sul sequestro, prigionia e omicidio di Aldo Moro. Autore di installazioni sonore, irakifridom con voce recitante di Elio De Capitani e Stabat mater, con Ida Marinelli, Francesco Frongia e Giovanni De Francesco. Vincitore del primo premio Baldoni con il documentario Cronache basche, con Matteo Scanni e del premio Bizzarri e Anello debole con il documentario L’Italia chiamò, con Scanni e Brogioni. Appassionato di drammaturgia, ha firmato i testi di Errata Corrige, il giornale a teatro, insieme a Gigi Gherzi e matteo Scanni e di Mapu, terra, con la compagnia Alma Rosé. ideatore del webdocumentario The iron Curtain Diaries e executive producer di The empty house webdoc, entrambi selezionati nelle finali di Perpignan, Visa pour l’image e Idfa di Amsterdam.

Maso Notarianni

Etologo mancato e giornalista, già assistente idraulico, elettricista, imbianchino, muratore e fotografo, classe 1966. Ha lavorato per l’Unità, il manifestoLa StampaL’EspressoOggi oltre che per infinite testate femminili di ogni casa editrice per sbarcare il lunario. Dal 2003 è direttore di PeaceReporter e dal 2011 è condirettore della rivista E – Il mensile.

Piero Scaramucci

Sono nato nel 1937 a Praga. Ho sposato Mimosa Burzio e ho una figlia Marianna. Per 30 anni giornalista alla RAI,  da cronista e inviato speciale. Negli anni ’70 ho fatto controinformazione con i Giornalisti Democratici. Sono stato sindacalista della Fed. Naz. della Stampa. Direttore di Radio Popolare dal 1992 al 2001. Poi sono stato vicepresidente del CORECOM Lombardia. Ho pubblicato un libro intervista con Licia Pinelli “Una storia quasi soltanto mia”. Sono iscritto all’ANPI.

Cristina Selva

Festeggio nel 2011 i miei primi vent’anni a Radio Popolare che mi ha dato il privilegio di conoscere e lavorare con persone eccezionali tra le quali Marco. Mi occupo delle problematiche legate alla scuola pubblica sperando di dare il mio contributo per migliorarla, non solo per i miei tre figli.